Nucleare, Germania vuole estendere perimetri sicurezza centrali. A quasi tre anni dal disastro di Fukushima

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

916
9 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Berlino, (TMNews) - La Germania intende allargare i perimetri di sicurezza intorno alle centrali nucleari ancora attive nel Paese. Lo ha reso noto il ministero dell'Ambiente di Berlino, a tre anni di distanza dal disastro di Fukushima.In seguito al disastro nell'impianto giapponese, l'11 marzo 2011, la Germania è diventata la prima potenza industriale ad annunciare la rinuncia al nucleare. Il governo di Berlino ha informato che proporrà ai sedici Laender del Paese un'estensione del raggio di sicurezza intorno ai reattori, portandolo dagli attuali due chilometri a cinque.I Laender tedeschi sono responsabili della sicurezza nelle zone in cui sorgono centrali nucleari e l'area delimitata sarebbe sgomberata in caso di incidente grave, che comporterebbe inoltre la distribuzione alla popolazione di tavolette di iodio. La zona di "interposizione", dove le persone dovrebbero essere portate entro 24 ore dall'incidente, sarebbe invece portata a un raggio di venti chilometri, rispetto ai dieci attuali.

0 commenti