Al via le elezioni farsa in Corea del Nord: candidato unico. Le prime di Kim Jong-Un, i cittadini possono solo approvare

11 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Pyongyang (TMNews) - Un surreale balletto militare di fronte al seggio del distretto di PyongYang in cui è candidato Kim Jong-Un ha dato il via alle elezioni politiche in Corea del Nord. Un voto farsa che non ha nulla di democratico visto che per i cittadini non c'è alcuna possibilità di scelta: sulla scheda elettorale c'è scritto un unico nome, quello del candidato prescelto, uno per ciascuno dei 687 distretti che poi siederà nell'assemblea suprema del popolo. Ai coreani non resta che approvare. Nelle ultime elezioni ciascun candidato ottenne il 100% di voti favorevoli, un consenso unanime ottenuto grazie alla repressione violenta di ogni tipo di dissenso da parte di un regime che spedisce migliaia di cittadini nei campi di lavoro e di prigionia.Le elezioni sono utili agli osservatori internazionali solo per capire grazie alla scelta dei candidati imposti da Kim Jong-Un i cambiamenti dell'elite dirigenziale e la stabilità del potere interno del giovane dittatore.(Immagini Afp)

0 commenti