Telecom centra target sul debito ma nessun dividendo per i soci. Ma Patuano assicura: torneremo a pagare tutti i soci dal 2015

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
3 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Nessun dividendo per gli azionisti Telecom Italia quest'anno. Come da attese, il cda del gruppo telefonico ha deciso di non pagare la cedola per le azioni ordinarie. Obiettivo: rafforzare ulteriormente la società dal punto di vista patrimoniale e utilizzare le risorse disponibili per il piano di investimenti per lo sviluppo delle nuove reti. Ma l'amministratore delegato, Marco Patuano, ha assicurato: "Grazie ai segnali di recupero che già cogliamo sul mercato, torneremo a pagare il dividendo a tutti i nostri soci nel 2015".I risultati 2013 di Telecom hanno evidenziato un'inversione di tendenza rispetto ai precedenti esercizi con il raggiungimento dell'obiettivo sul debito - che è sceso sotto quota 27 miliardi a 26,8 miliardi - e un miglioramento nel trend della perdita di fatturato in Italia. "I segnali incoraggianti che arrivano dall'ultimo trimestre ci consentono di affrontare con fiducia il 2014", ha detto Patuano agli analisti. Ribadita infine la strategicità del Brasile per il gruppo. "Siamo lì per rimanere", ha assicurato l'a.d., "seppur con un atteggiamento razionale di fronte a possibili evoluzioni future".

0 commenti