Bonanni (Cisl) bacchetta Renzi: tagli al più presto le tasse. Il leader sindacale non esclude possibili proteste di piazza

askanews

per askanews

871
14 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Bologna (TMNews) - "Renzi deve tagliare le tasse, questo è il primo obiettivo per rafforzare l'economia. Tant'è vero gli chiediamo a più non posso: Renzi taglia le tasse".Non usa mezzi termini il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni che, parlando a margine di un incontro con i delegati dell'Emilia-Romagna, a Bologna, ha espresso perplessità circa l'esclusione da parte del Governo di una manovra correttiva dopo il richiamo della Commissione europea sul debito elevato e la bassa competitività dell'Italia."Sono anni - ha detto Bonanni - che i governi ci ripetono questo e poi immancabilmente, per mancata iniziativa, ci riportano a una manovra. Quindi sarei molto cauto. La questione vera è che tra i paesi Ocse l'Italia è quello che va peggio di tutti e questo dovrebbe indurre a lavorare con molta forza, poche chiacchiere e molta iniziative".Il leader sindacale, inoltre, non ha escluso movimenti di piazza come reazione al malumore che serpeggia tra la gente alle prese con debiti e disoccupazione in uno scenario di crisi sempre più difficile da affrontare."Le persone - ha continuato il leader Cisl - hanno i loro obblighi, di affitto, di mutuo. Se le si porta all'esasperazione è chiaro che ci saranno delle iniziative forti e noi saremo con questi. Il vero Job act è intervenire sull'economia. Non c'è nulla che dà lavoro senza un'economia a posto".Bonanni, infine, ha auspicato l'apertura a breve di un dialogo tra governo, sindacati e imprenditori sul superamento della cassa integrazione in deroga perché - ha detto - "non si gioca con centinaia di migliaia di persone".

0 commenti