Mosca lancia l'ultimatum a Kiev: arrendetevi

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

916
11 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Mosca, (askanews) - Una crisi che spaventa il mondo e rischia di far saltare gli equilibri internazionali. La Russia ha lanciato un ultimatum alle forze armate in Crimea, chiedendo di arrendersi per non trovarsi a fronteggiare una "tempesta".
I soldati filorussi, dopo aver occupato la penisola senza sparare un colpo, alzano il tiro. Migliaia di soldati ucrani, dopo essersi arresi, sono passati nelle file di Mosca.
Da parte sua Kiev prova ad adottare la linea dura. "L Ucraina non cederà mai la Crimea" è infatti l avvertimento lanciato al primo ministro ucraino Arseni Iatseniuk e ha chiesto sostegno politico ed economico reale e tangibile ai Paesi occidentali.
L Ucraina poi ha accusato la Russia di continuare a riversare truppe e aerei militari in Crimea.
La diplomazia internazionale cerca una mediazione, con una riunione d'urgenza del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Angela Merkel è estremamente irritata con Vladimir Putin e ha detto a Barack Obama di non esser sicura che il presidente russo abbia ancora contatto con la realtà. La Germania e l Italia pensano che sia ancora possibile instaurare un dialogo con Mosca, mentre gli Stati Uniti con l appoggio di Francia e Gran Bretagna vorrebbero stabilire da subito sanzioni contro la Russia.
(immagini AFP)

0 commenti