La prigionia del soldato israeliano Shalit diventa un film. Prodotto dal ministero della Cultura di Hamas

askanews

per askanews

884
9 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Gaza (TMNews) - I cinque anni di prigionia a Gaza del soldato israeliano Gilad Shalit saranno raccontati nel film "Una fugace illusione" prodotto da Hamas. Le riprese sono iniziate lo scorso dicembre e la prima delle due parti del film dovrebbe essere pronta per l'ottavo anniversario del rapimento, avvenuto il 25 giugno 2006, alla frontiera della Striscia di Gaza. Shalit venne tenuto in isolamento per cinque anni e tornò in libertà nell'ottobre del 2011, dietro il rilascio di 1.000 prigionieri palestinesi.Il film di 90 minuti promette rivelazioni sulla cattura del militare 19enne e sulla sua detenzione, "di cui nè Shalit nè la resistenza hanno mai parlato finora", ha promesso il regista. Sono 40 gli attori coinvolti nel progetto, tra cui 12 donne, e la maggior parte di loro sono "volontari". L'attore che interpreta Shalit, Mohammad Qarara, "non riceve più di 2.000 shekel (circa 400 euro) al mese".Il bugdet iniziale del film, prodotto dal ministero della Cultura di Hamas, era di 2,5 milioni di dollari, ma al momento il regista si è dovuto accontentare di 320.000 dollari. (immagini Afp)

0 commenti