Advertising Console

    Alimentazione, i controlli al centro della produzione

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    750
    15 visualizzazioni
    Qualità e sicurezza degli alimenti. Al Salone Internazionale dell’Agricoltura di Parigi, il tema della certificazione dei prodotti è divenuto primario per i produttori, che devono fare i conti con le garazie richieste in ogni fase: dalla produzione al consumo, il rispetto degli standard è la condizione essenziale.

    Yves Berger, Direttore Interbev:
    “Dal momento in cui questa carne è etichettata, in particolare con il nuovo etichettamento della carne francese, si svolgono tutta una serie di controlli. E aggiungerei anche che il primo controllo, la garanzia di qualità sta nella passione che l’allevatore mette nel curare il proprio animale, poi conta ciò che accade con l’abbattimento”.

    Giovanni Magi, euronews: “I controlli alimentari sono regolati dalle istituzioni europee e a livello nazionale operano agenzie che compiono analisi e ricerche su prodotti, conservazione e processi produttivi”.

    Ad esempio in Francia opera l’Agenzia Nazionale per la Salute e la Sicurezza Alimentare che ospita ora gli studenti di una istituto di Verdun, che stanno lavorando su un progetto europeo sull’alimentazione.

    “Tutti questi batteri provocano le cosiddette tossinfezioni alimentari, spesso collettive, noi lavoriamo al contrasto”

    Marc Mortureux, Direttore generale Anses:
    “Sono stati fatti molti progressi con la creazione di una nuova regolamentazione su scala europea, che tocca ogni tappa della catena alimentare, a tutti i livelli della produzione ci sono una serie di metodi da applicare, per evitare i rischi di contaminazione. E oggi registriamo una diminuzione di ciò che chiamiamo intossicazioni alimentari”

    Il morbo della mucca pazza, ad esempio, ha rappresentato uno spartiacque nell’azione di controllo e prevenzione delle malattie derivanti dall’assunzione di alimenti infetti.