Ucraina: scontri in Crimea

21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
La manifestazione dei tatari in corso a Simferopoli rivela quanto siano complicati gli equilibri in Crimea. Mentre il parlamento locale della regione ucraina a maggioranza russa potrebbe decidere di sganciarsi da Kiev, la minoranza musulmana tartara (o meglio tatara) dice no alla secessione e ribadisce la fedeltà al governo ucraino, qualunque esso sia.

Quindicimila i dimostranti davanti al Consiglio supremo della Crimea. I tatari si sono scontrati con un gruppo di militanti filo-russi e si segnala almeno un ferito.

Tensione anche a Sebastopoli, città di importanza strategica per Mosca, perché ospita la flotta russa del Mar Nero.
A Kharhov il sindaco ha cercato di togliere la bandiera russa che in questi giorni ha sostituito quella dell’Unione europea, ma è stato bloccato da un gruppo di manifestanti.

0 commenti