Unicredit a sostegno delle start-up italiane con lo Start Lab

askanews

per askanews

884
25 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (askanews) - Unicredit sposa il talento italiano e scende in campo in sostegno dei giovani. Lo fa attraverso Start Lab, una piattaforma per supportare le start-up nazionali, innovative nei settori delle biotecnologie e dei servizi health care, delle tecnologie digitali, delle energie rinnovabili, della moda e della robotica. I dettagli nelle parole dell'Amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni.
"L'obiettivo è creare le condizioni per fare innovazioni. Quello che vogliamo mettere a disposizione noi oggi delle start-up è una piattaforma su cui possono trovare tutta una serie di servizi, credito, siamo disponibili ad entrare nel capitale tramite prestiti convertibili e alla fine un luogo fisico dove sviluppare le loro idee, i loro progetti che verrà messo a disposizione in Corso Sempione"
Tra le start-up che si sono già candidate ce ne sono di tutti i tipi: da quella che fa concorrenza ai Google glass perfezionandoli e rendendoli più economici, all'app che aiuta gli atleti a migliorare gli allenamenti, fino al robot umanoide che gioca a palla.
"Noi abbiamo un limite che va da 25mila euro a 250mila euro di finanziamento per ciascuna di queste per un prestito convertibile che può essere trasformato entro un paio d'anni in Equity , quindi è legato al numero di aziende o di idee che ci verranno presentate".
Nel corso della presentazione dell'iniziativa, a Milano, grazie al voto di una platea di esperti, la start-up Neuron Guard che propone un sistema di pronto intervento per la protezione dei pazienti con danni cerebrali, ha ottenuto l'accesso allo Start Lab. Tutte le aziende interessate possono presentare la propria candidature via internet sul portale unicreditstartlab.eu.

0 commenti