Campania - Sigarette illegali, 3 arresti e 106 denunce (21.02.14)

Prova il nostro nuovo lettore
Pupia

per Pupia

637
7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Campania - "Black Smoke" è il nome in codice di una vasta operazione anticontrabbando disposta dal Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza. Nelle ultime 48 ore, in tutta la Regione, hanno operato un centinaio di autopattuglie, in funzione preventiva e repressiva, e, finora, sono stati denunciati 106 contrabbandieri, di cui 3 arrestati, e sequestrati più di 5 quintali di sigarette. Il fenomeno non risparmia neppure le "perle" del Golfo di Napoli. A Ischia e Capri, infatti, 10 sono stati i contrabbandieri denunciati e una dozzina i kg. di sigarette sequestrate. In un palazzo del centro storico di Napoli, poi, era stata realizzata una vera e propria "tabaccheria" abusiva ricavata, con improvvisati lavori in muratura, in un sottoscala, ove è stato rinvenuto circa mezzo quintale di sigarette. Inoltre, ad Arzano (NA), è stato scoperto un deposito dove, all'interno di un box auto di appena 20 mq., erano stati stipati 3 quintali di tabacchi.

Il piano si inquadra nella costante azione di repressione che, dall'inizio dell'anno, ha consentito di sequestrare circa 8 tonnellate di tabacchi lavorati esteri. Nel corso del 2013 erano già stati denunciati, complessivamente, 1.788 soggetti, di cui 96 arrestati, sequestrate 40,8 tonnellate di sigarette di contrabbando, nonché 77 automezzi e 23 immobili, utilizzati come depositi. I flussi illegali intercettati provengono, principalmente, dall'Europa dell'est. Ulteriore aspetto, da non sottovalutare, quello relativo alla salute pubblica. Le analisi chimiche hanno dimostrato che sono prodotti realizzati con tabacco, cartine e filtri di pessima qualità, contenenti, in alcuni casi, sostanze tossiche. Spesso, poi, si tratta di sigarette contraffatte, con falsi marchi e loghi delle note aziende multinazionali del settore. (21.02.14)

0 commenti