La noia de "La Bella e la Bestia"

Prova il nostro nuovo lettore
97 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Un fiume di effetti al computer sono serviti a girare una nuova “La Bella e la Bestia” firmata da Christophe Gans che attinge alla versione canonizzata nel ’700 in cui la bella figlia di mercante è dotata di sorelle arpie. Interperti sono Léa Seydoux e Vincent Cassell, entrambi francesi.

L’anteprima della coproduzine franco tedesca si è avuta all’ultima Berlinale.

Christophe Gans, regista:
“Non volevamo certo metterci in competizione con le grandi versioni del passato come quella di Cocteau, volevamo mostrare altri aspetti che Cocteau non aveva trattato soltanto perchè il fim era fatto in una determinata epoca e non consentiva di mostrare certi aspetti della fiaba. Quello che ho fatto è stato esplorare parti che Cocteau non aveva indagato”.

Il padre della Bella è interpretato dal francese
André Dussollier

André Dussollier : “Sono molto fiero di mia figlia, insomma è stata una bella avventura, sono dei bei ricordi perchè abbiamo girato negli studios Babelsberg un anno fa; la collaborazine col personale tecnico tedesco è stato formidabile”

Vincent Cassel è un altro dei pazzi pregiati del cast.

Vincent Cassel, actor: “Non volevo iniziare cercando d’imitare gli atteggiamenti dei leoni, c’era un po’ questa storia, mi sono reso conto che il regista non voleva che mimassi un animale. Ho optato per qualcosa che avesse una postura del tutto naturale cioè un profilo basso, il parlare lentamente in ogni caso siamo in un castello magico quindi quando parlo cosi’ l’interlocutore intende bene”.

Léa Seydoux, attrice:
“Credo che bisogna primo tutto tornare bambini come diceva Jean Coateau all’inizio de “La Bella e la Bestia”, c’era un breve testo che spiegava cosa bisognava fare per vedere il film cioè avere un’anima da ragazzo, penso che sia cosi’”.

In realtà le critiche sostengono che non si comprende mai a fondo come e quando la Bestia si sia innamorata della Bella. E nonstante i grandi sforzi pare che il film spesso sia noioso.

0 commenti