RBS, tagli in vista. Nel mirino filiali estere e investment banking

Prova il nostro nuovo lettore
6 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Una banca commerciale che si focalizzi sul credito alle famiglie e alle imprese in Gran Bretagna.

È così che il governo di Londra vuole Royal Bank of Scotland e, per evitare di rimetterci la poltrona come il suo predecessore, il nuovo numero uno McEwan starebbe preparando un poderoso colpo di mannaia. I tagli interesseranno quasi un terzo della forza lavoro della banca nazionalizzata nel 2008.

Si parla di 30mila posti di lavoro, principalmente nelle attività di investment banking. Anche se il numero dovrebbe includere la vendita (già annunciata in precedenza) del ramo commerciale statunitense Citizens e di una controllata britannica, Williams & Glyn.

0 commenti