Filiera carta vale oltre 31 miliardi, può spingere la ripresa. Incontro annuale delle associazioni imprenditoriali

askanews

per askanews

885
17 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma (TMNews) - "Non riesco ad immaginarlo e non me lo auguro un mondo senza carta". Con queste parole Laura Boldrini, presidente della Camera ha aperto i lavori dell'incontro annuale della Filiera della Carta, iniziativa di 8 associazioni imprenditoriali per richiamare l'attenzione sui problemi di un settore importante e strategico, sull'esigenza di idonee misure contro la crisi.Una filiera da oltre 31 miliardi, pari al 2% del Pil, con un export di 9 miliardi e 728mila occupati. "E' uno fra i settori più produttivi del nostro sistema economico - ha osservato il sottosegretario all'Editoria Giovanni Legnini - con una potenzialità a volte inespressa. E' un settore vivo, che può dare un contributo importante alla ripresa". "La filiera della carta rappresenta un settore importantissimo della nostra economia: 2 punti di Pil, 730 mila occupati diretti e indiretti. E' un settore che ha arrestato la sua caduta, che si è innovato, che è fatto di tecnologia, che è fatto di esportazioni e che infondatamente viene ritenuto un settore della old economy, cioè un settore da superare e invece contiene moltissimi elementi di vitalità che guardano al futuro".Nonostante la magia di internet e tablet, per Gianni Letta, "la civiltà e il progresso non potranno fare a meno della carta. Tv e internet sono mezzi che creano consenso, ma la politica, le scelte, lo scontro e il confronto si fanno sulla carta e sui giornali: senza giornali non ci sarebbe la politica".

0 commenti