Dentisti in 3D. Tutte le novità dalla fiera "Imagina" a Montecarlo

170 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Un super sorriso smagliante in 3D. Come ogni anno nel Principato di Monaco si è svolta “Imagina”, la fiera delle nuove tecnologie che ha visto protagonisti oltre 400 dentisti e specialisti d’implantologia. Laser di nuovissima generazione, tecniche avanzatissime per aiutare i medici nella diagnosi e nella fabbricazione di protesi.

Claudio Rocco, euronews:“Quali sono le novità di quest’anno?”

Laurent Puons, Direttore Generale di Imagina: “L’anno scorso abbiamo deciso di organizzare questo evento per dimostrare che le tecnologie in 3D migliorano significativamente il settore dell’odontoiatria, ma anche il comfort del paziente. La nuova edizione di “Imagina” permette di essere tenuti costantemente aggiornati su tutte le novità e lo sviluppo di queste tecnologie. “

La società danese 3Shape ha presentato una nuova versione più leggera di “Trios”, un dispositivo per la scansione della bocca del paziente e per prendere impronte dentarie in tempo reale, sostituisce il gesso. Il dispositivo è mobile e può essere collegato a qualsiasi computer portatile. Il paziente può vedere la propria bocca in tempo reale, e il dentista gli può spiegare, guardando lo schermo, quali sono i problemi dei denti.

“Il vantaggio di questo sistema, dice lo specialista Guillame Bosert, è avere un’immagine realistica della bocca. Inoltre permetterà al medico di fare un consulto migliore; grazie alla massima precisione, come potete notare qui, si potrà analizzare meglio la condizione dei denti e il medico potrà spiegare subito al proprio paiziente la diagnosi effettuata.”

Gli oggetti prodotti con le stampanti a tre dimensioni, sono ormai utilizzati nella nostra vita quotidiana. E sono anche molto importanti nella tecnologia dentistica.

Partendo da un file digitale ottenuto tramite una scansione orale, questa nuova stampante 3D – presentata dall’azienda americana Stratasys – produce un modello della bocca in resina sintetica. La stampante pone diversi strati di resina una sopra l’altra, fino a raggiungere il risultato finale. A partire da questi modelli di bocche, i laboratori odontotecnici possono produrre, con precisione e rapidità, corone, ponti e altri apparecchi.

La società italiana MyRay ha presentato la sua novità in fatto di tomografia dentale: si tratta di uno scanner molto preciso per individuare le diverse patologie nella bocca del paziente. Per essere chiari, sostituisce le vecchie radiografie.

“I vantaggi, fa notare un Dirigente di MyRay, Massimo Basani, sono la posizione confortevole del paziente, le dosi di raggi inferiori allo standard e l’acquisizione delle immagini in 3D, dove, acquisita l’immagine, abbiamo la possibilità di vederla da sopra, da sotto, destra e sinistra, quindi non è possibile alcun errore di posizionamento per un eventuale impianto.”

Dopo questo esame, il dentista può scegliere di vedere la bocca, con o senza le ossa, con o senza i tessuti molli.

Al posto dei trapani, sgraditi ai pazienti, oggi si può usare il laser. L’azienda slovena Fotona ha presentato un tipo di nuova generazione: più leggero, maneggevole e preciso. Il laser crea automaticamente dei fori nei denti di diverse forme e dimensioni, a seconda della carie che si deve togliere o al tipo di protesi che si desidera inserire. Il vantaggio è che il laser rispetto al trapano tradizionale, non produce vibrazioni, non crea calore e quindi è meno doloroso. Per molti, andare dal dentista non sarà più un incubo.

0 commenti