Sanremo, Papaboys contro Rufus: sit-in davanti alla Rai

askanews

per askanews

885
52 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, (askanews) - Un rosario davanti alla sede della Rai, in via Mazzini, a Roma. È questa la protesta dei movimenti cattolici, i Papaboys in primis, contro la partecipazione di Rufus Wainright, artista dichiaratamente omosessuale, noto per i suoi brani spesso con toni blasfemi, sul palco dell'Ariston di Sanremo.
Una cinquantina di persone si sono riunite davanti alla sede della Rai per chiedere che venga cancellata la partecipazione del cantante alla kermesse musicale.
Roberto, uno dei partecipanti, del movimento Militia Christi:
"Questa iniziativa per denunciare una grave offesa, una lasfemia. Non è giusto che noi cattolici veniamo quotidianamente insultati e offesi. C'è una cristianofobia dilagante che parte in questo periodo da una omofollia, ovvero la mania di imporre l'omosessualità come regime, che poi si trasforma in una persecuzione contro la chiesa e i cattolici".
L'iniziativa è partita dalla Rete, dove è stata avviata anche una petizione on-line che ha già raccolto oltre 30mila firme contro Rufus.
Rai

0 commenti