Advertising Console

    Napoli - Il libro "Mestiere di Carta" ispirato al "muro" dei Pink Floyd (13.02.14)

    Riposta
    Pupia

    per Pupia

    758
    13 visualizzazioni
    http://www.pupia.tv - Napoli: liturgie politiche infrante e uno scoop, seguito come un giallo, che rivela aspetti clamorosi. Dalla fantasia di Gino Giaculli, giornalista de Il Mattino, prende vita un avvincente romanzo che conduce il lettore nel mondo frenetico della vita Gianluca Ogiani, cronista a stretto contatto con la strada, indagini serrate e la capacità di destreggiarsi tra mezze rivelazioni. Tra nuove tecnologie e carta e penna il ruolo del giornalista rimane sempre quello di cercare la verità.
    Durante una corsa sul Lungomare, Gianluca Ogiani, cronista politico del quotidiano napoletano Il Graffio, si imbatte in un evento strano: sparisce la musica dalle cuffiette del suo smartphone. Il cronista inizia una ricerca che si tinge di giallo, che sfiora i palazzi della politica cittadina e che vede via via diventare protagonista l'intera redazione del quotidiano.
    Intanto, sul Lungomare parzialmente riaperto alle auto, si moltiplicano gli eventi: Coppa America di Vela, Coppa Davis, Giro d'Italia e tante altre kermesse che attirano milioni di turisti in città. Nel sottosuolo invece si realizzano interessi destinati a cambiare il futuro della città. Ogiani deve decidere se schiacciare il tasto invio in pagina degli articoli. Schiacciarlo vuol dire pubblicare, portare alla luce una storia clamorosa. Ogiani deve scegliere. Deve provare a rompere il Muro. Come fecero i Pink Floyd.
    Gino Giaculli (Napoli 1960), giornalista. Dal 1987 al 2007 ha seguito la politica napoletana e nazionale nella Cronaca del Mattino di Napoli. Più volte inviato all'estero, nel 1996 è stato inviato del Mattino a Sarajevo per seguire il dopo guerra e la ricostruzione della Bosnia Erzegovina. Attualmente lavora all'ufficio centrale del Mattino. Ha collaborato con diversi quotidiani, radio e tv.
    (13.02.14)