Israele, dilaga la "febbre spagnola"

5 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
In Israele dilaga la ‘febbre spagnola’. A innescarla è stato il via libera del governo di Madrid a un disegno di legge che prevede la concessione della nazionalità spagnola ai discendenti degli ebrei sefarditi espulsi nel 1492.

E nelle famiglie sefardite d’Israele si è scatenata la caccia all’avo dimenticato, alla scoperta di un legame anche labile con la storica ‘Sefarad’: la Spagna, in ebraico.

“E’ venuto il momento che dopo 500 anni i discendenti ricevano anche una piccolissima parte, come segno per un cambiamento positivo per tutti gli ebrei”.

Anche se la legge sarà votata solo fra alcuni mesi, non mancano gli israeliani che già si chiedono cosa fare per non perdere l’occasione di mettersi in tasca un passaporto spagnolo.

“Il prossimo passo è di sapere come si acquista la cittadinanza spagnola: cosa si deve dichiarare, davanti a quale autorità, e in quale paese”.

Secondo alcune stime i discendenti degli ebrei sefarditi di allora dovrebbero essere oltre tre milioni di persone, sparsi soprattutto fra Israele, Turchia, Stati Uniti, Francia e America Latina.

0 commenti