Advertising Console

    Iran: 35 anni dalla rivoluzione islamica tra trattative con l'Occidente

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    700
    15 visualizzazioni
    In Iran anniversario in un clima di delicato riavvicinamento alla comunità internazionale. A Teheran decine di migliaia di persone sono confluite a Piazza Azadi (libertà) per i 35 anni dalla rivoluzione islamica, quell’11 febbraio del 1979 quando salì al potere Khomeini.

    “Vogliamo negoziati giusti e costruttivi”, ha detto il presidente Hassan Rohani, riferendosi alle trattative sul nucleare con i 5+1. “La politica del governo nell’ambito degli affari esteri è all’insegna della moderazione. Ciò significa nessuna concessione, nessun compromesso, ma anche nessuna opposizione e reazione. L’Iran continua a progredire per dotarsi di una tecnologia nucleare pacifica”.

    Rohani ha anche lanciato una frecciata agli Stati Uniti: “L’opzione militare contro l’Iran non esiste su alcun tavolo negoziale al mondo”, ha detto, dopo che nelle ultime settimane alcuni responsabili statunitensi avevano affermato che tale opzione veniva mantenuta.

    Sui missili balistici non si tratta, ha però avvertito Teheran prima delle celebrazioni e per sottolinearlo ha annunciato di averne testati con successo due di nuova generazione, tra cui uno di lungo raggio. La questione deve essere affrontata nel corso dei negoziati, hanno commentato gli Stati Uniti, che riprenderanno il 18 febbraio.