Scuola, moduli senza "mamma e papà", presidio di protesta Lega. "Vogliono cancellare la famiglia tradizionale, non li firmeremo"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

880
18 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Protesta dei consiglieri regionali della Lega nord a Milano davanti al Pirellone contro la dicitura "genitore" inserita nei moduli per l'iscrizione nelle scuole d'infanzia. Alla manifestazione ha partecipato anche il leader leghista Matteo Salvini, che ha indossato una maglietta con la scritta "Chiamateci ancora mamma e papà". La Lega contesta il principio generale introdotto dal ministero della Pubblica istruzione e adottato dal Comune di Milano. Matteo Salvini spiega così le ragioni del sit-in: "La Lega rispetta le scelte private di chiunque, ma la mamma è la mamma e il papà è il papà, per cui faremo obiezione di coscienza e ci rifiuteremo di firmare qualsiasi modulo che tolga la dicitura papà e mamma". E il capogruppo leghista in Consiglio regionale Massimiliano Romeo definisce malato chi ha introdotto la dicitura genitore e lo invita a curarsi. "Presenteremo una interrogazione all'assessore alla Sanità per vedere se è possibile recuperare con un programma specifico per recuperare queste persone con queste idee, in apposite comunità. Chi fa queste iniziative sono persone malate che vanno curate".

0 commenti