Argentina, porta a porta di studenti per combattere inquinamento

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

879
8 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, (askanews) - Un gruppo di studenti di Villa Jardin, una favela nella periferia di Buenos Aires in Argentina, ha preso in mano il destino di Riachuelo, un fiume tra i più inquinati al mondo, trascurato dai poteri pubblici.
Una ong svizzera presieduta da Mikhail Gorbacev lo considera uno dei dieci luoghi più inquinati al mondo. Riachuelo, lungo 60 chilometri, è considerato una vera e propria bomba ecologica. Da oltre due secoli, le industrie vi riversano tonnellate di prodotti tossici.
"In questa zona si respira di tutto, tutto è contaminato - afferma Alfredo Alberti, fondatore dell'Associazione dei rivieraschi -. La situazione è così critica che non ci sono più persone anziane, la gente non arriva più a un'età avanzata, qua si muore in giovane età e c'è anche un alto tasso di mortalità infantile".
Per questo un gruppo di studenti ha deciso di sensibilizzare la popolazione delle bidonvilles che vive vicino il fiume contro il cosiddetto piombo nel sangue, una delle malattie più diffuse della zona. Dal 2010 una quarantina di bambini informa la popolazione facendo un vero e proprio porta-a-porta, dopo l'orario scolastico. I bambini, con indosso una casacca bianca riconoscibile e cartelloni con scritte che invocano alla tutela dell'ambiente, bussano di casa in casa e informano su come reagire di fronte al problema dell'inquinamento del fiume.
"Lavarsi e bere dal fiume provoca gravi malattie, tra cui il cosiddetto piombo nel sangue - dice questo ragazzino - è importante spiegare ai più piccoli come difendersi da questo fenomeno. Una delle cose da fare, ad esempio, è lavarsi bene le mani per evitare di contrarre malattie".
Immagini: Afp

0 commenti