"Fate rotta su Sochi o mi faccio esplodere". Era disarmato (e forse ubriaco)

7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Assume sempre più i contorni di una bolla di sapone, il tentato dirottamento verso Sochi di un aereo proveniente dall’ucraina.

Il governatore di Istanbul, dove il Boeing 737 è stato scortato da un F-16 dell’aviazione turca, ha confermato che il presunto dirottatore non aveva con sé né armi, né bombe.

L’uomo, un cittadino ucraino di 45 anni, aveva minacciato di far saltare in aria il velivolo, se non avesse fatto rotta su Sochi.

Servizi ucraini e agenzie di stampa turca sostengono però che all’arrivo sia subito apparso in evidente stato di ebbrezza.

Poi l’apertura di trattative, in seguito alle quali ha lasciato che i 110 passeggeri lasciassero l’aereo, e l’intervento delle forze speciali turche, che l’hanno immobilizzato e portato via per interrogarlo.

0 commenti