Advertising Console

    Aprono oggi i giochi olimpici più costosi della storia. Benvenuti a Sochi, in Russia

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    795
    169 visualizzazioni
    Sono davvero gli ultimi istanti prima dell’apertura delle Olimpiadi ipertecnologiche di Sochi.

    Un colpo d’occhio che contrasta con il relativo disastro organizzativo di cantieri ancora aperti, hotel non terminati o stanze prive di riscaldamento per giornalisti e addetti ai lavori di questi Giochi costati cifre inverosimili. Molto, nella cerimonia inaugurale al Fisht Stadium, pagata 400 milioni di euro, celebrerà Vladimir Putin in uno show che ripercorrerà la storia della Russia, in questa Olimpiade costata addirittura più di Pechino, 37 miliardi di euro. “Un tentativo della Russia di mostrarsi sicura aperta e amichevole”, dice il nostro inviato, “una scommessa che potrebbe funzionare”.

    Notevole il numero di potenti presenti. Più di quaranta leader, per appena 87 nazioni alla sfilata. Questo malgrado alcune critiche del segretario dell’Onu Ban Ki Moon circa le leggi omofobiche votate dal parlamento russo.

    Importante anche il peso degli assenti: non ci saranno Barack Obama, il premier britannico Cameron, il presidente francese Hollande e la cancelliera tedesca Merkel e neppure il presidente tedesco Gauck. Confermata la presenza di Enrico Letta.