Advertising Console

    Ucraina, a Monaco è scontro tra Russia e il fronte Usa-Ue

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    45 visualizzazioni
    Monaco di Baviera (askanews) - Stati Uniti e Unione europea appoggiano la lotta del popolo ucraino per avvicinarsi all'Europa. Il segretario di Stato John Kerry usa queste parole nel discorso alla Conferenza di Monaco sulla sicurezza. La crisi politica in Ucraina e le proteste di piazza nei confronti del presidente Yanucovych sono al centro del vertice annuale nella città tedesca.
    "Riscontriamo una tendenza inquietante: in troppe zone dell'Europa centrale e orientale e dei Balcani le aspirazioni dei cittadini sono calpestate da corruzione e interessi oligarchici, che usano i soldi per soffocare opposizione politica e dissenso, comprare politici e media, indebolire l'indipendenza giudiziaria e i diritti delle ong", ha detto Kerry.
    Parole che, come quelle del presidente dell'Unione europea Herman Van Rompuy, hanno scatenato la reazione del ministro degli esteri russo Sergei Lavrov, che ha accusato i Paesi occidentali di un doppio standard nei giudizi sulle manifestazioni di protesta. La Conferenza è stata anche occasione di incontro con i leader dell'opposizione ucraina: tra loro c'è Vitali Klitschko.
    "John Kerry è un politico di rilievo e per noi è molto importante avere il suo sostegno". Klitschko si è detto favorevole all'applicazioni di sanzioni per cambiare la leadership, che lui definisce dittatura, nel suo Paese.
    "Temiamo che ci sia un'escalation di violenza, il presidente sta facendo di tutto perchè accada".
    (immagini Afp)