Bruxelles, nuova stretta sulle banche a rischio sistemico

10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
L’ultimo tassello della stretta sulle attività speculative delle banche sbarca a Bruxelles. Tra le immancabili polemiche.

La Commissione europea ha presentato le regole che, a partire dal 2017, dovrebbero impedire ad una trentina di banche a rischio sistemico (“too big to fail”, troppo grandi per non trascinare, in caso di fallimento, l’intero sistema) il cosiddetto “trading proprietario”, gli investimenti rischiosi fatti con capitale proprio.

Soddisfatto il principale sostenitore delle nuove regole, il commissario europeo Michel Barnier, nonostante i critici accusino i regolatori di aver ceduto alle pressioni delle lobby finanziarie “annacquando” la bozza.

Le norme, infatti, non arrivano a imporre la separazione definitiva tra le attività di deposito e quelle di trading. Senza contare i tempi biblici del processo legislativo europeo (Parlamento e poi singoli governi devono e l’opposizione di Germania e Francia in difesa dei rispettivi istituti.

0 commenti