"La memoria perduta", a Genova una mostra sulla deportazione gay

askanews

per askanews

871
13 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Genova (TMNews) - S'intitola "Dimenticare la memoria": 8 installazioni di altrettanti artisti contemporanei in mostra a Genova per ricordare l'Omocausto, ovvero la deportazione degli omosessuali durante la seconda guerra mondiale.
È stata organizzata dall'associazione Arcigay del capoluogo ligure, con il patrocinio di Regione Liguria, Comune e Provincia di Genova e Università degli Studi di Genova. Claudio Tosi, di Arcigay Genova.
"Noi abbiamo cercato - ha spiegato - di raccontare attraverso le emozioni, grazie all'arte contemporanea, quello che gli storici non sono più in grado di ricostruire. Non è stata studiata come sono state studiate altre deportazioni, quella degli omosessuali e quindi noi la raccontiamo in un altro modo, grazie all'arte"
Le testimonianze di questa tragedia sono poche, anche perché chi era sopravvissuto allo sterminio si guardava bene dal denunciarlo raccontando la propria storia per non rischiare di essere messo in carcere. "Al momento della liberazione dai cam

0 commenti