"L'assalto", la 'ndrangheta al Nord raccontata in un film tv Rai. Protagonista Diego Abatantuono per la regia di Ricky Tognazzi

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

928
124 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Il fenomeno della 'ndrangheta infiltrata al Nord arriva in televisione e viene raccontato al grande pubblico grazie a "L'assalto" film tv prodotto da Rai fiction in onda il 3 Febbraio in prima serata su Rai1. Girato fra Piemonte e Lombardia per la regia di Ricky Tognazzi, racconta la storia di un imprenditore edile che finisce nella trappola della criminalità organizzata, ruolo interpretato da Diego Abatantuono. "E' un personaggio molto coraggioso nella realtà ci vuole davvero molto coraggio per fare certe scelte. Deve reagire e di fronte a una sconfitta così grossa reagisce, quello che dovrebbero fare tutti ma non è facile".Un film tv di qualità che si basa anche su spunti di cronaca e interviste ad imprenditori e che sente di avere un dovere e un valore civile. Fino a qualche anno fa non sarebbe stato scontato raccontare una storia del genere sul piccolo schermo, è lo stesso regista a ricordare le polemiche in cui incappò Roberto Saviano quando parlò di 'ndrangheta al Nord a "Vieni via con me" su Rai3. "Era stato trattato duramente dalle istituzioni e da molti politici perché sembrava che volesse intaccare l'integrità del Nord e invece aveva raccontato cose non dico note, ma abbastanza conosciute". Nel cast anche due giovani attori Paolo Mazzarelli, che interpreta il volto della nuova 'ndrangheta e Camilla Semino Favro, figlia di Abantantuono nel film, simbolo di speranza e riscatto.

0 commenti