Il governo ungherese annuncia nuovi tagli alle bollette

32 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
A pochi mesi dalle elezioni, il governo ungherese annuncia ulteriori tagli alle bollette energetiche. Dopo le riduzioni già apportate lo scorso anno – circa il 20 percento – l’esecutivo di centro-destra punta ad abbassare i costi di gas ed elettricità per le famiglie, oltre a procedere nella riconquista del controllo delle aziende del settore, in gran parte in mano straniera.

“Le compagnie energetiche sono monopoli – dice Antal Rogán, leader del gruppo parlamentare di Fidesz -. Riteniamo che non debbano essere servizi orientati al profitto. Non accettiamo che vi sia un profitto eccessivo nei prezzi. Vogliamo restituire il profitto ai cittadini. Per questo abbiamo iniziato a ridurre le bollette in modo significativo”.

Nonostante le critiche dell’opposizione – secondo cui si tratta solo di propaganda in vista del voto di aprile – Viktor Orban difende le scelte fatte. Incluso l’accordo sulla costruzione di una nuova centrale nucleare firmato a Mosca dal premier, deciso anche a tenere testa all’Europa:

“L’Unione europea ha già espresso preoccupazioni sui tagli dei prezzi dell’energia in Ungheria – dice la corrispondente di Euronews Andrea Hajagos -. In questa direzione va il documento adottato lo scorso anno dal Parlamento nel quale si chiede al governo di combattere contro la burocrazia europea”.

0 commenti