Arte Fiera, da Bologna uno sguardo molteplice sul contemporaneo. Edizione 2014 con taglio più curatoriale. Apertura alla Cina

TM News  Video
839
27 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Bologna (TMNews) - Una grande fiera per tentare di fare il punto sullo stato dell'arte, nel vero senso della parola. A Bologna va in scena Arte Fiera, manifestazione che per il 2014 si connota per una forte scelta curatoriale, pur senza rinunciare alla tradizionale vocazione a fornire un quadro il più possibile variegato. Come conferma il direttore della sezione contemporanea, Giorgio Verzotti. "Abbiamo accentuato questo carattere di molteplicità - ci ha spiegato - perché è sempre stato la caratteristica di Arte Fiera rispetto anche ad altre fiere d'arte, italiane e non, più specialistiche".La fiera, che ospita 172 gallerie e oltre 1100 artisti migliorando sensibilmente rispetto all'anno precedente, si articola su due padiglioni e copre, pur all'interno di una fruizione tradizionale, uno spettro molto ampio di offerte artistiche. Così, se la sezione più istituzionale ospita monumenti come Le Muse inquietanti di De Chirico o i concetti spaziali di Lucio Fontana, nell'aera più "giovane" l'atmosfera è decisamente frizzante e se si notano i celebri ritratti di Julian Opie o i lavori intensi di Sabrina Mezzaqui, si percepisce anche il fermento creativo di artisti meno noti. Anna Maria Gambuzzi è la presidente dell'Associazione delle gallerie d'arte. "E' una fiera - ci ha detto - nella quale si ha un panorama veramente generale, naturalmente di tutta l'arte italiana e di quello che succede nel nostro mercato. Poi con qualche spunto che fa capire come poi noi operatori siamo legati anche al mercato internazionale, quindi con proposte che poi si ritrovano anche altrove".Tra le novità del 2014 anche una sezione dedicata alla fotografia e collegata alla milanese MIA Image Art Fair, oltre a un focus sulla Cina, dove a settembre BolognaFiere organizzerà la fiera di Shanghai, il più importante evento di arte contemporanea della Cina continentale.

0 commenti