Greenpeace assegna Premio della vergogna 2014 a Gazprom e Gap

TM News  Video
840
7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Davos (TMNews) - Anche quest'anno Greenpeace ha assegnato da Davos il Premio della Vergogna: hanno vinto il colosso del gas russo Gazprom, per i suoi progetti nell'Artico, e il gruppo tessile americano Gap, per la sua politica industriale nel Bangladesh. I vincitori dei premi, attribuiti come ogni anno a margine del World Economic Forum nella cittadina svizzera, si sono distinti in quanto "particolarmente indifferenti ai diritti umani e all'ambiente".
Gap si è rifiutata di firmare un accordo sulla sicurezza dei luoghi di lavoro in Bangladesh, nonostante il crollo nell'aprile scorso del Rana Plaza, un edificio alla periferia di Dacca, che ha ucciso 1.100 operai tessili.
Gazprom, invece, ha vinto in quanto "prima azienda a pompare greggio sotto le acque ghiacciate dell'Artico, nonostante il suo catastrofico bilancio in materia di sicurezza".
L'anno scorso i premi della vergogna erano stati assegnati alla banca americana Goldman Sachs, simbolo degli eccessi della finanza, e alla compagnia

0 commenti