Salvini: su legge elettorale sì confronto, ma priorità è lavoro. Il segretario della Lega a Padova, contestazione centri sociali

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Padova, (TMNews) - Pronto al confronto sulla legge elettorale, che però non è tra le priorità della politica italiana. Il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini da Padova, dove fa tappa a sostegno del candidato sindaco Massimo Bitonci, interviene sul tema di giornata: l'incontro a Roma tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. "Io incontro tutti, basta che me lo chiedano, non mi auto invito a casa di nessuno. Siamo pronti partendo dal presupposto che l'emergenza è il lavoro e l'Europa. Se incontrerò Renzi e Berlusconi chiederò se sono disposti a cambiare l'Europa uscendo dall'euro se serve?".Una contro-manifestazione dei centri sociali ha salutato l'arrivo del leader del Carroccio con uno striscione "Qui Lega te la do io la banana", in riferimento alla polemica leghista contro il ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge. Giovani col volto dipinto di nero hanno cantato "Odio la Lega". Gli stessi attivisti hanno poi murato l'ingresso della sede del partito con calcinacci, immondizia e banane. "Io mi confronto anche aspramente con chi con la pensa come me però vedere decine di poliziotti difendere un gazebo anzichè la sicurezza dei cittadini padovani mi sembra una follia".La Lega, ha ribadito Salvini riguardo alla rubrica della Padania con gli appuntamenti dei ministro, ha sempre contestato in maniera civile e democratica ma non ha mai commesso atti di violenza.

0 commenti