Cgil: 515mila lavoratori in Cig in 2013, persi 8mila euro a testa. Terzo peggiore anno da inizio crisi, sfondata quota miliardo ore

askanews

per askanews

846
17 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Oltre 515mila lavoratori relegati per l'intero 2013 in cassa integrazione a zero ore, superando la soglia del miliardo di ore. Dall'inizio della crisi, nel 2008, il totale di ore messe a segno supera i 5,4 miliardi. E' il quadro emerso dall'elaborazione delle rilevazioni Inps da parte della Cgil, secondo cui quello del 2013 è il terzo peggior risultato degli ultimi quattro anni.Tradotta in redditi, l'astensione forzata dal lavoro per oltre mezzo milione di persone ha portato a una perdita di oltre 4,125 miliardi, pari a 8mila euro in meno in busta paga per ogni singolo lavoratore.Pesante il bilancio per le regioni del Nord, dove al primo posto per ore di Cig autorizzate troviamo la Lombardia seeguita dal Piemonte. Al centro primeggia il Lazio, mentre per il Mezzogiorno è la Campania la regione dove si segna il maggiore ricorso alla Cig. Osservando i singoli settori, invece, si scopre che ancora una volta è la meccanica ad avertotalizzato il ricorso più alto alla Cig nel 2013 seguito dal commercio.

0 commenti