Italia. Terra dei fuochi: il governo pronto a inviare l'esercito contro le ecomafie

Prova il nostro nuovo lettore
17 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Esercito in campo nella “Terra dei Fuochi”. Il governo italiano accelera sul contrasto alle ecomafie e sul risanamento del territorio tra le province di Napoli e Caserta più compromesso dalle discariche abusive. Dall’esecutivo il via libera all’impiego dei militari mentre si continua a scavare alla ricerca di quei rifiuti tossici che hanno provocato malattie, e vittime tra la gente del posto.

“Tutti i momenti, tutti i giorni, dice un abitante del posto, vediamo bambini, ragazzi, donne adulte che si ammalano, non sappiamo più nulla. Se crederci o no. Se è la sorte della vita oppure se questa sorte è stata preparata. Siamo stufi. Ci hanno distrutto, ci hanno davvero distrutto.”

“ Dal dolore passiamo alla speranza, dichiara un altro cittadino. Dall’esasperazione passiamo a qualche cosa che potrebbe essere cambiato.”

Intanto il ministero della Salute promette lo stanziamento di 50 milioni di euro per medici e reti territoriali per uno screening di massa, specie sui soggetti più esposti. Un aiuto importante per una terra martoriata dal degrado e dalla camorra.

0 commenti