I FiRock al servizio di Dio

7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
A prima vista questo potrebbe sembrare l’ennesimo video clip di una normalissima band. Ma i turchi FiRock sono diversi. Il loro cantante è Ahmet Muhsin Tuzer, imam sunnita balzato agli onori delle cronache per il suo sound che mescola la musica sufi a ritmi più moderni.

Fan di Iron Maiden, Pink Floyd e Metallica, lui non vede alcuna contraddizione nel suo essere musicista e uomo religioso al tempo stesso. Per lui la musica è un incontro dell’anima con Dio.

“Se la musica che fai colpisce le persone spiritualmente – sostiene – può diventare preghiera. Ecco perché il poeta sufi Rumi consigliava alle persone di ascoltare la musica e roteare con la musica, come i dervisci. La danza roteante è una danza divina”.

In uno studio di Istanbul l’Imam Ahmet Muhsin Tuzer registra una canzone tradizionale islamica di 1400 anni fa: “Vogliamo mostrare alle persone – dice – cosa significa Islam. È una religione globale, sociale che abbraccia, ama e rispetta tutta l’umanità”.

Da tre anni a questa parte l’imam chiama alla preghiera i fedeli nella moschea di Pinarbasi, un tranquillo villaggio a pochi chilometri da Kas, in cui risiedono circa 20 famiglie

Ma mentre i fedeli apprezzano la sua musica, le autorità hanno aperto un’indagine sulla sua attività come cantante.

“La ragione per cui abbiamo dato il via a un’indagine sull’Imam di Kas – spiega il Mufti Ahmet Celik – non è la sua arte. Lui è un funzionario che si è esibito in un concerto. Stiamo indagando se avesse o meno le autorizzazioni necessarie, e vogliamo sapere se ne abbia tratto o meno benefici finanziari”.

Nel frattempo la band, che su internet ha già raccolto un grande successo, sta preparando una tournée che toccherà anche gli Stati Uniti.

0 commenti