Turchia: Operazione antiterrorismo. Ong sospettata di collaborare con al Quaeda

Prova il nostro nuovo lettore
4 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Almeno 25 persone sono state arrestate in Turchia nell’ambito di una vasta operazione antiterrorismo.

Sono sospettate di far parte di un network di al Quaeda nel paese. Secondo le accuse degli inquirenti sarebbero collegate a una delle organizzazioni umanitarie più note del paese: IHH. Si tratta della Ong che sostiene da sempre i profughi siriani e che ha anche organizzato la missione Mavi Marmara, la nave che cercò di forzare il blocco marittimo israeliano per portare aiuto a Gaza e venne assalita dall’esercito di Tel Aviv.

Una caccia alle streghe secondo il segretario generale di IHH. Un attacco che si ripete dopo le insinuazioni lanciate proprio durante l’operazione Mavi marmara quando secondo Israele abbiamo cercato lo scontro. Gli israeliani ci hanno sempre accusati di relazioni pericolose e di sostenere al Quaeda e questo nel tentativo di bloccare il nosto lavoro”.

A rendere ancora più nebulose le accuse contro IHH, il fatto che gli ufficiali dell’antiterrorismo che avevano ordinato l’operazione sono stati destituiti. La missione Mavi marmara aveva provocato una decina di morti fra gli attivisti e la parziale rottura delle relazioni diplomatiche fra Israele e Turchia.

0 commenti