Google acquista Nest Labs ed entra nel mondo delle case "smart"

21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
A Google l’indicizzazione di informazioni non basta più, adesso vuole entrare nelle case degli utenti.

Il colosso dei motori di ricerca ha annunciato l’acquisto per 2,34 miliardi di euro di Nest Labs, una start up specializzata in termostati e allarmi anti-incendio intelligenti che dialogono con gli smartphone.

La manovra, seconda in termini finanziari solo all’acquisizione di Motorola del 2012, porterà a Mountain View circa 300 nuovi impiegati guidati da Tony Fadell, ex impiegato Apple e disegnatore del primo iPod.

Ma soprattutto rappresenta un nuovo tentativo di Google di penetrare, stavolta dal lato dell’hardware, nel mondo della domotica, la casa tecnologica del futuro.

Una notizia che ha già provocato reazioni scettiche per le possibili implicazioni di privacy: “Adesso Google vuole anche sapere la nostra bolletta della luce?”, si chiede qualcuno su Facebook.

Ma Fadell assicura che a Mountain View sono molto sensibili sul tema. E che la nuova divisione, che continuerà ad operare sotto lo stesso brand, non cambierà i termini di utilizzo per gli utenti.

Senza contare i possibili scenari di integrazione con le tecnologie attualmente in sviluppo presso Google, per esempio quello di riconoscimento vocale: perché regolare un termostato, quando si può semplicemente dirgli la temperatura richiesta?

0 commenti