Thailandia: spari su manifestanti accampati a bangkok, lunedì nuova protesta

Prova il nostro nuovo lettore
19 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
È di sette persone ferite il bilancio dell’assalto a colpi di arma da fuoco contro un accampamento dell’opposizione thailandese a Bangkok.

L’attacco arriva alla vigilia della grande manifestazione convocata per lunedì con l’obiettivo di bloccare la capitale. I dimostranti hanno progettato di creare dei cordoni in tutta la città e tagliare l’acqua e la corrente ai palazzi del governo.

“Sono preoccupato per la sicurezza, perché ci sarà tanta gente – spiega il capo dell’esercito Prayuth Chan-Ocha – La violenza è in aumento. Il mio appello ad entrambe le parti è di non scontrarsi perché siamo tutti thailandesi. La pensiamo in modo diverso, ma non possiamo ucciderci a vicenda. Bisogna fermare la violenza. La società thailandese deve fermare la violenza”.

La protesta è diretta contro quello che viene definito il “regime di Thaksin Shinawatra”, l’ex primo ministro fuggito all’estero per evitare una condanna. L’opposizione lo accusa di continuare a governare attraverso la sorella minore Yingluck e vuole impedire le elezioni anticipate fissate per il 2 febbraio, che vedrebbero una facile vittoria degli Shinawatra.

0 commenti