Advertising Console

    La scalata agli oscar puntando ai Golden Globe e ai Bafta

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    711
    19 visualizzazioni
    All’inizio dell’anno riparte la stagione cinematografica dei premi che si rincorrono fino a primavera inoltrata. Il top naturalmente sono gli oscar, tuttavia già a gennaio il People’s Choice Awards fa massa delle produzioni visive premiando film, tv e musica.

    Sandra Bullock quest’anno è stata la super premiata con ben tre riconoscimenti come miglior attrice, miglior attrice drammatica e miglior attrice di commedia per i suoi ruoli nel dramma spaziale “Gravity“ e in “Corpi da reato.“ 

    Bullock ha vince insieme all’altra star protagonista di Gravity George Clooney per il miglior duetto. Il film di Alfonso Cuaron guida anche le nomination ai britannici BAFTA che includono peraltro anche “12 anni schiavo” detentore inoltre di non poche nomination ai Golden Globe.

    Nomination ai Bafta anche per “American Hustle”.

    MARK KERMODE, CRITICO CINEMATOGRAFICO: “Sarà veramente una bella lotta ai Bafta. “Gravity” ovviamente appare non solo nella categoria del miglior film m anche in quella relativa al miglior film britannico; sebbene disponga di star hollywoodiane è un film britannico, i tecnici britannici hanno elaborato tutti gli effetti speciali. E’ i primo film in 3D che abbia visto che mi sembra effettivamente migliore di quelli bidimensionali. Certo devo dire che il mio cuore batte per “12 anni schiavo” che mi sembra un pezzo di bravura straordinario con la direzione di Steve McQueen”.

    3 film sono in gara per il podio della migliore pellicola: il dramma “Captain Phillips” (con nove nomination inclusa quella per il miglior attore protagonistaTom Hanks).

    MARK KERMODE, CRITICO CINEMATOGRAFICO:
    “Paul Greengrass è un magnifico regista britannico. Si tratta di una storia vera. Il suo raconto è bello, intrigante, gradevole da vedere, del resto anche il coprotagonista Barkhad Adbi incassa una nomination come attore non protagonista dando al film l’aspetto cruciale e potentemente drammatico dell’antagonista a Tom Hanks”.

    Un altro pretendente al premio maggiore è il film “Philomena”, storia vera firmata da
    Stephen Frears su una madre ormai anziana che vuole ritrovare il figlio affidato bambino ad un’altra famiglia. L’interprete con nomination è Judi Dench.

    “L’apparenza inganna” è diretto da David O. Russell. Il film è incentrato su eventi reali e racconta l’operazione Abscam, creata dall’F.B.I. 30 anni fa per indagare sulla corruzione dilagante nel Congresso degli Stati Uniti d’America e in altre organizzazioni governative.

    Altra star di prima grandezza col suo “Il lupo di Wall Street” è il veterano Martin Scorsese che ha affidato a Leonardo Di Caprio il ruolo di un criminale dell’alta finanza. Sia i Golden Globes che i BAFTA dettano il tempo di quella che sarà la premiazione degli oscar. La premiazione dei BAFTA è prevista a Londra il 16 febbraio alla Royal Opera House.