Advertising Console

    Firenze celebra Michelangelo con foto d'autore in bianco e nero. Alle cappelle Medicee la mostra "Il potere dello sguardo"

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    70 visualizzazioni
    Firenze, (TMNews) - A Firenze iniziano con un innovativo connubio di arte rinascimentale e fotografia le celebrazioni per i 450 anni dalla morte di Michelangelo Buonarroti, che ricorrono esattamente il 18 febbraio 2014. Le istantanee scattate dal fotografo d'arte Aurelio Amendola uniscono idealmente e visivamente il percorso che porta dalla sagrestia nuova di San Lorenzo alle cappelle Medicee dove le foto sono esposte, raccolte nella mostra "Il potere dello sguardo". L'artista pistoiese si dedica a Michelangelo da 20 anni e ogni volta lo stupore è quello degli esordi."Io son ritornato l'altro giorno e ho detto ricomincio perché vedo sempre qualcosa di nuovo".Le fotografie oltre ad essere raccolte nel catalogo della mostra, fanno parte del nuovo volume pubblicato da Utet - FMR "Michelangelo. La dotta mano" ideato proprio per i 450 anni dalla morte. Il presidente di Utet Grandi Opere, Fabio Lazzari spiega così la particolarità dell'operazione artistica: "Guardare il luogo, ritornare indietro vedere le immagini, perché l'occhio non è mai innocente vede sempre cose diverse a seconda della quantità di suggestioni che riceve". La mostra resterà aperta al pubblico fino al 15 marzo.