Advertising Console

    Cauto ottimismo per Schumi, Streiff: "È fuori pericolo di vita"

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    16 visualizzazioni
    Grenoble (askanews) - "Spero che Schumacher sarà presto in grado di comunicare, che gli torni la parola. In realtà non sappiamo ancora cosa accadrà, mi auguro che non abbia dei postumi come me che per un incidente simile sono rimasto paralizzato".
    A parlare è l'ex pilota francese di Formula 1, Philippe Streiff, tetraplegico dal 1989 a causa di questo schianto in Brasile durante alcuni test della sua monoposto. Streiff si è recato in visita a Grenoble all'amico Michael Schumacher, in coma dopo l'incidente di sci di domenica 29 dicembre 2013 a Meribel, in alta Savoia.
    "Sono venuto per infondere un po' di coraggio a Michael, alla moglie Corina e a tutta la famiglia - ha continuato l'ex pilota - la speranza è che esca al più presto dal coma".
    Parlando con i giornalisti Streiff ha detto informalmente di aver saputo dai medici che Schumi sarebbe fuori pericolo di vita. La portavoce dell'ex campione tedesco, Sabine Kehm, però ha smentito, precisando che Michael resta in "condizioni critiche ma stabili"; il fatto che non ci siano stati peggioramenti è comunque una buona notizia che induce un cauto ottimismo.
    La polizia, intanto, sta esaminando il filmato girato dalla telecamerina che Schumacher aveva sul casco al momento dell'incidente. L'analisi delle immagini potrà essere utile per chiarire la dinamica della caduta.
    Michael Schumacher ha compiuto 45 anni il 3 gennaio e per l'occasione centinaia di tifosi della Ferrari si sono radunati all'ospedale dei Grenoble, mostrando il cuore rosso del cavallino rampante per incoraggiare il grande campione a vincere la sua gara più importante.
    (Immagini Afp)