A Napoli libri in soccorso, la cultura come medicina per i bimbi. L'iniziativa di Legambiente per i piccoli degenti in ospedale

askanews

per askanews

855
34 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Napoli (TMNews) - Leggere può essere un'ottima medicina, soprattutto tra le corsie di un ospedale pediatrico, come accade nel reparto di nefrologia, dialisi e trapianti del Santobono di Napoli a cui l'associazione ambientalista Legambiente ha donato una libreria, dalla quale i piccoli pazienti e i loro familiari possono prendere in prestito libri e fumetti da leggere alleviando il disagio della degenza. Sentiamo il direttore del reparto, Carmine Pecoraro."E' un modo - spiega - per cercare di stimolare i ragazzini alla lettura da un lato come fatto ludico durante il ricovero che sicuramente non è un momento molto bello per le famiglie e dall'altro come fatto culturale perché sappiamo che oggi i ragazzini sono molto distratti dalle nuove tecnologie e i videogiochi e quindi questo è un momento molto importante".L'iniziativa "Libri in soccorso" fa parte di un processo di valorizzazione della lettura che Legambiente sta portando avanti in contesti diversi: dalle spiagge, ai centri commerciali ai luoghi di sofferenza come appunto gli ospedali. Rossella Muroni, direttore generale dell'Associazione."I piccoli ospiti che purtroppo sono qui dentro e i bambini più fortunati che qui dentro non ci sono attraverso i libri hanno questo scambio che parla di solidarietà, di crescita e di voglia di cambiare e per noi di Legambiente vuol dire stare tra le persone, fare l'associazione come sappiamo farla noi cioé poche chiacchiere, molta azione e molta voglia di stare tra la gente.Libri e fumetti provengono quasi tutti da privati che dopo averli letti hanno deciso di farne dono all'associazione. Per ora il progetto è limitato alla Campania ma presto potrebbe essere esteso tutt'Italia.

0 commenti