Advertising Console

    Al via a Cuba vendita auto nuove, ma a prezzi inaccessibili

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    108 visualizzazioni
    L'Avana, (askanews) - Dopo mezzo secolo di restrizioni, è iniziata ufficialmente a Cuba la vendita libera delle automobili, ma a prezzi astronomici che rendono le vetture irraggiungibili per quasi tutti i possibili acquirenti.
    Si tratta di una timida apertura verso il libero mercato del regime comunista. I cubani, infatti, fino all'arrivo di questa riforma potevano acquistare auto nuove solo con una speciale autorizzazione dello Stato, concessa a poche persone selezionate dalle autorità. Ora però sono state abolite tutte le autorizzazioni e il prezzo dei veicoli viene stabilito dal mercato.
    Solo che comprare un'automobile nuova di zecca è praticamente impossibile. Una Peugeot 4008 è valutata a 239mila dollari cubani vale a dire 174.605 euro, mentre in Francia ne costa 34.150. Davvero troppo per il salario medio che non supera i 20 dollari mensili.
    In questo modo sembra davvero impossibile rinnovare l'obsoleto parco auto dell'isola caraibica. Le vecchie vetture in circolazione nella maggior parte dei casi sono macchine americane degli anni 50 o sovietiche degli anni 70. In realtà già nel 2011 il governo cubano aveva autorizzato la vendita di auto usate fra privati. Ora la nuova legge ha riacceso le speranze, ma visti i prezzi ai cubani non resta che stare a guardare e sognare.
    (immagini Afp)