Sud Sudan: rinviati negoziati di pace ad Addis Abeba, sfuma una soluzione alla crisi

Prova il nostro nuovo lettore
68 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Slittano le speranze di trovare un accordo tra le fazioni che si combattono in Sud Sudan. E slittano anche i negoziati di pace tra governo e ribelli previsti per oggi ad Addis Abeba in Etiopia.

Gli Stati Uniti hanno evacuato la propria sede diplomatica nella capitale Juba e stanno invitando tutti i cittadini americani a lasciare il paese. Ciò mentre, secondo l’Onu, i rifugiati all’interno del paese sono già circa 200.000. Persone nei confronti delle quali, dice l’alto commissariato dei rifugiati, per ora non si può fare nulla.

Intanto i combattimenti si susseguono soprattutto per il controllo della città di Bor in mano ai ribelli dell’ex vicepresidente Riek Machar, appartenente all’etnia Nuer destituito dall’attuale presidente Salva Kiir dell’etnia maggioritaria Dinka. Una località strategica per le sorti della guerra visto che averla in mano significa controllare una larga fetta del territorio del più giovane stato al mondo, nato il 9 luglio 2011.

Altre truppe lealiste sono state dispiegate attorno alla capitale per impedire l’avanzata dei ribelli.

0 commenti