Advertising Console

    Iraq: ancora scontri nella provincia di Anbar

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    688
    14 visualizzazioni
    Il governo iracheno non ha ancora del tutto ripreso il controllo della provincia occidentale di Anbar, attraversata da lunedí da duri scontri.
    Nelle ultime ore almeno 32 civili e oltre una settantina di militanti di Al Qaida sono morti. Tra cui un capo locale.

    Gli incidenti si concentrano nella città di Ramadi, a una sessantina di chilometri da Baghdad, e nella vicina Falluja. Le forze regolari dell’esercito, alleate con gruppi armati delle tribú locali combattono contro i militanti integralisti legati ad Al Qaida.

    Gli estremisti in questi giorni avevano dichiarato la provincia di Anbar “stato islamico”.
    Un colpo di mano che ha subito ottenuto una risposta. Nella zona oltre all’esercito sono entrati in azione i jet con attacchi mirati contro i rivoltosi.

    La provincia resta un bastione di contestazione al governo di Baghdad. La
    popolazione a maggioranza sunnita si sente marginalizzata. Elemento che Al Qaida tenta di sfruttare.