Advertising Console

    Robot-geco canadese pronto al volo Spaziale per pulire la Iss

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    20 visualizzazioni
    Vancouver (askanews) - Abigaile III, il robot-geco capace di arrampicarsi sui muri come la simpatica lucertolina compagna di molte notti estive, si candida ad andare nello Spazio. Secodo tecnici e ingegneri dell'Agenzia spaziale europea, infatti, il piccolo automa potrebbe essere il precursore di una famiglia di robottini in grado di sostituire astronauti e cosmonauti nelle attività extraveicolari per la manutenzione o le riparazioni dei veicoli spaziali come la Iss.
    I piedi di Abigaile, realizzato da un gruppo di ricercatori dell'Università di Vancouver, in Canada, proprio come quelle dei gechi sono costituiti da un fittissima rete di setole ultrasottili che interagiscono con la superficie in modo da creare una vera e propria attrazione molecolare, una sorta di effetto ventosa nota come "forza di van der Waals".
    Gli scienziati canadesi non hanno fatto altro che osservare la struttura delle zampe dei gechi mutuandone la struttura per relizzare Abigaile che, come si vede, non ha nulla da invidiare ai suoi antenati del mondo naturale.
    Secondo gli ingegneri dell'Esa questa tecnica può trovare applicazione in campo aerospaziale perché è di gran lunga preferibile ad altre come l'uso di magneti, velcro o nastri adesivi ognuna delle quali presenta delle controindicazioni. I primi test sotto vuoto e a temperature simili a quelle spaziali hanno dato risultati incoraggianti, non resta che provare Abigaile in condizioni di microgravità per compiere il successivo balzo verso lo Spazio.
    (Immagini Afp)