A Napoli cenone di Capodanno da tradizione: capitone e baccalà. Per primo spaghettata coi frutti di mare. In barba alla crisi

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

906
279 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Napoli, (TMNews) - Per il Cenone di Capodanno a farla da padrona sulle tavole dei napoletani è la tradizione. Niente deroghe dunque al classico capitone, al baccalà e alla spaghettata con i frutti di mare: il menù dell'ultimo giorno dell'anno è rigorosamente a base di pesce. Siamo andati al mercato del capoluogo campano per farci raccontare direttamente dai napoletani i propri piatti del 31 dicembre."Il primo spaghetti con le vongole con gamberone per fare bella figura"."Solito capitone, baccalà, cose napoletane del resto un po' di insalata di rinforzo". "Astice con gli spaghetti, come secondo baccalà, capitone, zeppoline". "Mangiamo le solite cose, spaghetti coi frutti di mare, baccalà, frittura di pesce, gamberoni vongole e lupini".Al cotechino con le lenticchie, benauguranti secondo molti, i napoletani non sembrano molto affezionati. Nè sembra che la crisi condizioni i loro menù"Il napoletano festeggia sempre sia il Natale che il Capodanno, crisi o non crisi lo festeggia sempre"."La spesa in effetti è un po' di meno perchè c'è un po' di crisi, ma come ogni anno diciamo di risparmiare ma alla fine è sempre la stessa cosa come ogni anno".E c'è chi approfitta della crisi per rimettersi in linea: "Era comodo per me fare un po' di dieta, le esigenze si sono baciate, auguri".

0 commenti