Russia: "il terrorismo non ci piegherà"

6 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Controlli rafforzati ovunque. ‘La Russia non si farà piegare dai terroristi, che non riusciranno ad aprire un fronte interno’, questo si legge in una nota diffusa dal ministero degli esteri russo dopo il secondo attentato a Volgograd.

Mentre messaggi di solidarietà giungono da vari paesi, inclusa l’Italia, ai dirigenti del Cremlino arrivano anche offerte di maggiore cooperazione nella lotta al terrorismo internazionale, per esempio da Belgio e Francia, che si sentono ugualmente nel mirino.

A Mosca, al ministero delle situazioni di emergenza, il primo obiettivo è quello di rassicurare la popolazione:

“Già ieri a Volgogograd è scattato lo stato di emergenza – dice il vice ministro Vladimir Stepanov – dunque tutti i servizi stanno lavorando su procollo di emergenza. Ma come ho sempre detto, per garantire la sicurezza durante le feste, l’intero ministero è stato posto in stato di massima allerta”.

Ormai è chiaro che nel mirono ci sono i giochi olimpici invernali di Sotchi. Le autorità russe ne volevano fare una vetrina per la rinnovata potenza del paese, ora il timore è che le Olimpiadi mettano in evidenza ben altri problemi.

0 commenti