Ucraina: dopo i prestiti russi Standard and Poor's rialza rating. Ma l'opposizione non cede e annuncia uno sciopero generale

askanews

per askanews

847
5 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Kiev (TMNews) - L'Ucraina tra speranze e proteste. L'agenzia di rating Standard and Poor's ha rivisto al rialzo le stime premiando le prospettive economiche del Paese, passate da negative a stabili. Il tutto grazie ai tre miliardi di dollari ricevuti dalla Russia, prima tranche del piano di salvataggio concordato dal presidente Vitkor Yanukovych con il leader del Cremlino Vladimir Putin e duramente contestato dall'opposizione.L'accordo prevede che Mosca investa 15 miliardi di dollari in eurobond emessi dal governo ucraino e uno sconto del 30% sul gas importato da Kiev. Ma la protesta degli oppositori, che da sei settimane occupano il cuore della capitale ucraina, continua.Nel corso di una nuova manifestazione in Piazza dell'Indipendenza i leader più carismatici della protesta hanno ribadito la linea dura. Come Arseniy Yatsenyuk, leader dell'opposizione ucrainaUPS 02.14"Siamo qui per mettere sotto accusa i banditi che picchiano i civili, che hanno pestato a sangue la giornalista Tatiana Chornovol e gli attivisti dell'opposizione"Sulla stessa linea Vitali Klitshko, ex campione del mondo di pugilato e deputato dell'opposizione.UPS 02.30"Organizzeremo uno sciopero generale. Dopo le vacanze di Natale il paese deve esprimere la sua posizione nei confronti del governo".Il centro di Kiev resta in stato d'assedio, tra barricate, tende e fuochi per resistere al freddo. I manifestanti si accingono ad affrontare il capodanno e il Natale ortodosso del 7 gennaio ancora in piazza, mentre il governo sembra voler evitare lo scontro frontale sperando che il tempo finisca per spegnere la rivolta che sembra aver perso la sua forza d'urto iniziale.(Immagini Afp)

0 commenti