Advertising Console

    Russia: kamikaze in stazione a Volgograd

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    794
    39 visualizzazioni
    Un boato e poi una gigantesca fiammata. Queste le terrificanti immagini dell’esplosione che questa mattina alle 12,45, ora locale, ha devastato la stazione centrale di Volgograd nel sud della Russia facendo almeno 15 morti e una trentina di feriti, secondo il governatore della regione.

    L’autrice, sempre per le autorità, è stata una donna kamikaze che si è fatta saltare in aria nei pressi dei metal detector dove si svolgono i normali controlli di sicurezza all’interno, nell’androne della stazione. La conferma arriva dal comitato antiterrorista russo.

    Si tratta dell’attacco più sanguinoso degli ultimi tre anni. Lo scorso ottobre, una terrorista suicida si era fatta esplodere su un autobus proprio a Volgograd, provocando la morte di sei persone e il ferimento di altre 30. Quello che inquieta è soprattutto il fatto che arrivi a pochi mesi dall’apertura delle olimpiadi invernali di Sochi in Russia. Una vetrina importante per il presidente Vladimir Putin che ha sempre affermato come questi giochi saranno all’insegna della sicurezza.

    Non c‘è stata per ora alcuna rinvendicazione ufficiale, ma i sospetti sono rivolti ai jihadisti ceceni soprattutto dopo che il loro account twitter aveva annunciato stamattina una “bella sorpresa in arrivo per i credenti”.