Manifestazioni e scontri in Egitto: tre morti e quesi 300 arresti

6 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Manifestazioni in tutto l’Egitto in questo venerdì di preghiera, il primo da quando i Fratelli Musulmani sono ritornati nella lista delle organizzazioni terroristiche.

Almeno tre persone sono rimaste uccise nel Paese, tra questi un diciottenne. Al Cairo un uomo ha aperto il fuoco sulla folla nel campus dell’Università Al Azhar, nelle immagini. Qui gli scontri vanno avanti da giorni.

Il ministero degli Interni ha dichiarato che 265 persone sono state arrestate nella sola giornata di venerdì. C’era stata una prima ondata di arresti mercoledì, quando è arrivata la decisione del governo sui Fratelli Musulmani in seguito all’attentato contro la stazione di polizia di Mansura in cui sono rimaste uccise 15 persone.

Dall’università di Al-Azhar, il nostro corrispondente Mohammed Shaikhibrahim:

“Il conflitto tra il governo e i sostenitori dei Fratelli Mussulmani si intensifica e si trasforma in guerriglia urbana dopo che il governo ha dichiarato i Fratelli Mussulmani un’organizzazione terroristica”.

0 commenti