Il 2013 in politica: da boom 5 Stelle a decadenza Berlusconi

askanews

per askanews

885
5 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - Il 2013 per la politica italiana è stato l'anno delle novità dirompenti e dei grandi ritorni al passato. 12 mesi densi di avvenimenti a partire dalle elezioni di Febbraio. Ne esce un'Italia spaccata e senza guida, con la vittoria monca del Pd, il recupero del Pdl e l'esplosione del Movimento 5 Stelle, che si oppone a qualsiasi alleanza. Così falliscono tutti i tentativi di Pierluigi Bersani di formare un governo mentre sul Parlamento incombe l'elezione del nuovo Capo dello Stato.
Sono giorni di caos, con il Pd che brucia un candidato dopo l'altro compreso uno dei suoi fondatori, Romano Prodi. Lo psicodramma si conclude con la rielezione di Giorgio Napolitano, che dà il via al governo di larghe intese di Enrico Letta. E' il 28 Aprile, dopo una sola settimana, la politica dice addio a Giulio Andreotti che muore a 94 anni.
Sulle larghe intese intanto pesano sempre più i guai giudiziari di Berlusconi. Arriva la condanna a 7 anni in primo grado per il caso Ruby e quella de

0 commenti